mercoledì 27 maggio 2015

Il matrimonio egualitario in Irlanda è una sconfitta per l'umanità

In questi giorni si sono sentite tante campane sul risultato in Irlanda riguardo al matrimonio egualitario. Tra le tante le due che spiccano sono quelle dette dal Segretario di Stato del Vaticano Pietro Parolin e quelle della signora Giorgia Meloni. 
Mi chiedo come possa essere un fallimento per l'umanità il matrimonio egualitario. Da quando dare dei diritti è un fallimento? Che dire allora del divorzio negli anni 70? Anche quello fu un fallimento? Non credo proprio. Essere obbligati a stare vicino al proprio marito o alla propria moglie senza provare più nulla per il coniuge, questo si che è un fallimento, ridurre la libertà altrui è un fallimento, manifestare contro una legge che combatte le discriminazioni è un fallimento, avere una classe politica assoggettata a vecchi dogmi è un fallimento, avere una laurea e non avere sbocchi lavorativi è un fallimento per l'umanità, non la regolamentazione di un rapporto d'amore tra due persone dello stesso sesso, questa è una vittoria epocale per l'umanità, perchè in questo modo si agevola e si consolida la serenità di tante persone che non hanno diritti di fronte alla legge, tante persone che vorrebbero aiutare il/la proprio/a compagno/a nel momento del bisogno, sapere che se un giorno il loro rapporto finirà, non sarà almeno non sarà lasciato a se stesso, come se la vita passata assieme fosse stata una parentesi.
Non capisco questo accanimento. Cosa cambia, a chi è contro, se due persone dello stesso sesso si sposano? Tolgono loro diritti acquisiti? 
Sentire persone che dicono che il problema sono le adozioni, rabbrividisco. Meglio lasciare i figli a persone che sono diventate genitori per caso con tutti i pro e i contro, odiare il proprio figlio e rinfacciargli il fatto di essere nato per uno stupido errore, tenere poveri innocenti in un orfanotrofio solo perchè le uniche coppie che potrebbero adottarli(a causa dell'età del minore) sono solo gay, questo invece va bene? Ma siamo sicuri che un bambino abbia bisogno di una figura femminile e maschile per crescere e non sia solo perchè, vedendo le altre famiglie "normali", in qualche modo si sentono inferiori e incompleti? Ricordiamoci che i bambini assorbono come spugne e che questo bisogno di maternità e paternità, non è dovuto principalmente a un bisogno, ma probabilmente è dovuto più al desiderio di non sentirsi diversi dagli altri. 
Ci sono molti disadattati che nascono in famiglie normali e ci sono tante bravissime persone che nascono in famiglie violente, disadattate e crudeli, ma nonostante questo, crescono sani, maturi e perbene. Questo è irrilevante per coloro che difendono la famiglia tradizionale ad oltranza. Ciò che conta e che i genitori siano di sesso opposto, come se questo potesse riempire le miriadi di lacune che una famiglia tradizionale(come tutte le famiglie)ha. 
Una vera famiglia è quella che tenta in ogni modo di ridurre al minimo queste lacune. L'essere etero non è garanzia di qualità o di bontà, come non lo sono persone con orientamento sessuale diverso. La
vera differenza la fanno le persone non la categoria di appartenenza. Come esistono genitori etero stupendi esistono anche genitori gay pessimi, ma vale anche l'esatto contrario. L'essere etero, in qualche modo, da l'idea di essere l'unico orientamento degno e capace di crescere un figlio. In realtà non è l'orientamento a rendere capaci di essere genitori, ma è l'educazione personale delle singole persone, la capacità di amare il proprio figlio, di saperlo aiutare nei momenti bui. Un genitore è colui che riesce a trasmettere positività alla prole, amore, non chi vanta una superiorità d'azione solo perchè etero. Ma faglielo capire a certe persone. 
Non entro nel merito del discorso economico visto che l'INPS ha già detto che il costo sarebbe sostenibile e se lo dice l'istituto preposto all'erogazione delle pensioni di reversibilità, non capisco come ciò si possa mettere in dubbio.
 Poi ognuno ha la sua opinione in merito, ma resta il fatto che le scuse di chi è contro, sono puerili e prive di ogni logica.