mercoledì 14 gennaio 2015

Addio Presidente

Oggi le dimissioni di Giorgio Napolitano. E' stato un ottimo presidente della Repubblica? Ha fatto tutto il possibile per rendere l'Italia un paese migliore? Purtroppo la risposta è relativa. C'è chi ha visto in quest'uomo una figura importate da onorare e rispettare e c'è chi ha visto in lui un essere losco e massone di cui non fidarsi affatto. In realtà, questo presidente, è stato ligio ai regolamenti(che se ne dica)parlamentari. E' stato il presidente di molti ma non di tutti. Alcuni personaggi(soprattutto dell'opposizione) hanno gridato allo scandalo quando Napolitano ha dato le proprie dimissioni, gli stessi che negli anni precedenti chiedevano a Napolitano di dimettersi(ovviamente la coerenza non può andare a braccetto col qualunquismo). Alcuni giornali(in testa il Fatto e Il giornale)già pensano a quanto Napolitano prenderà tra pensione ed emolumenti. Fare i conti in tasca a un dimissionario ancor prima che si sia dimesso definitivamente è davvero da vecchie pettegole invidiose. Il fatto che non abbiano avuto altro da dire dimostra che forse non è stato un Presidente pessimo, in caso contrario avrebbero parlato di altro, lo avrebbero distrutto. Ma vai a capire cosa spinge certa gente a sparlare. La mia non è una posizione di favore, anzi, capisco le difficoltà del Capo dello Stato, ma alcune leggi avrebbe potuto benissimo non firmarle la prima volta motivando il suo dissenso rimandarle alla camera con le sue valutazioni. Sembra che negli ultimi anni, pur di evitare polemiche, lungaggini burocratiche inutili, abbia voluto firmare di tutto. Non sarà stato il miglior presidente di tutti i tempi, ma di sicuro non è stato il peggiore. Non tutti gli ex presidenti della Repubblica hanno avuto vita facile. Alcuni furono eletti con percentuali poco superiori al 50%, altri, come Pertini(tanto caro ai populisti)
riuscì ad essere eletto con oltre l'83% di voti nel 1978, un plebiscito insomma. Mentre altri si dovettero sudare la vittoria come Giovanni Leone che nel 1971 dovette affrontare 23 scrutini che durarono 25 giorni e ottenne circa il 52% dei voti. Pochi.
Quale sia il peggior presidente della Repubblica è difficile stabilirlo, tra inciuci, mezze verità, ombre e prese di posizione alquanto stravaganti, stabilirlo non è facile. Ogni presidente ha avuto luci e ombre(essendo comunque uomini fallibili). Uno dei peggiori pare fosse stato Scalfaro, a causa di sue decisioni non proprio ortodosse(lo scioglimento del governo Berlusconi e la legge sulla parcondicio,che altro non è che un ridimensionamento della libertà di parola in periodi di elezioni).
Ora ci saranno le consultazioni per il nuovo Presidente della Repubblica. Mi chiedo chi la spunterà, pensando alle ultime elezioni diventa impossibile saperlo.
Chiunque sarà vincerà al primo scrutinio o dovremo aspettare 23(e oltre)scrutini come avvenne con il presidente Leone? Sarà realmente il presidente di tutti(cosa utopica, solo in una dittatura potrebbe succedere)?
Vedremo. Restiamo a guardare. Ormai è l'unica cosa che possiamo fare.