martedì 22 dicembre 2015

Lettera a Babbo Natale 2015

Caro Babbo Natale,

Questo 2015 è stato un anno davvero complicato. 
Davvero non so cosa chiederti. 
Forse una cosa si, un anno tranquillo e sereno. Quello passato non lo è stato affatto.
Vorrei che il Natale non sia solo ipocrisia e tante parole inutili.
Che chi sa di essere stronzo si ravveda, ma non solo a Natale.
Che il populismo lasci spazio alla vera politica. 
Insomma, che il prossimo anno sia migliore. 


venerdì 11 dicembre 2015

L'aggressività della vita oltre la morte

Succede a tutti di avere momenti no. Che sbatti il mignolo del piede contro quel cazzo di comodino sempre tra i coglioni, la suocera che rompe le palle definendoti una troia alle spalle e na santa in faccia,  il tuo compagno ti tradisce con la tua miglior amica(o amico), il tuo capo ti cazia per una cosa che non hai fatto o qualsiasi altra cosa che faccia venire voglia di fare una strage con una bomba atomica.
Ma succede perchè siamo vivi.
Ma gli spiriti dei morti, perchè sono quasi tutti sempre incazzati? Infestano case, possiedono adolescenti schizzate, fanno stragi continue, si reincarnano in bambole orrende e torturano i malcapitati manco fossero a Guantanamo.
Molti studiosi dell'occulto, dicono che dipenda da situazioni irrisolte e cercano pace triturando le palle ai sopravvissuti.
I demoni vogliono essere chiavati dopo aver posseduto delle adolescenti(lolite transgener?) oppure si impossessano di bambole talmente brutte e raccapriccianti che un corpo smembrato fa meno senso proliferando commettono omicidi a go go(come se non bastassero i tumori, le malattie incurabili e degeneranti o certe trasmissioni spazzatura), forse per un senso di inferiorità o egocentrismo non del tutto risolto.
Ma alla fine vince sempre il bene. Si, il bene.
La cosa sconcertante non è che i demoni o i fantasmi vogliano possedere gli esseri umani, ma che per scacciarli, distruggerli o destabilizzarli, bastino altri uomini. 
Il dubbio amletico che sorge è, ma quando Dio(o chi per lui)ha creato(o non lo ha impedito)questi demoni, li ha fatti mezzi scemi o cosa? 
Si può capire che nelle prime possessioni fossero ancora alle prime armi e che quindi non avevano alcuna difesa, ma nelle seguenti? Boh. E' incomprensibile come questi esseri, che possono essere sconfitti da semplici uomini che recitano a pappagallo qualche versetto in latino, continuino imperterriti a farsi fare il culo a strisce per secoli e secoli.
Sarà masochismo innato? "Amo essere scacciato e preso ad acquasantate perchè amo essere trattato come una merda."

Chissà, il male è l'opposto del bene e ,come tale, ha le sue regole, i suoi obbiettivi e le sue priorità, ma resta il fatto che il male descritto nella Bibbia sembra meno pericoloso del bene ipocrita perpetrato dai denigratori del male assoluto.


mercoledì 9 dicembre 2015

Sinister. Un film da...

Paura se sei un infante in fasce.
Dalle recensioni sembrava un film devastante che l'esorcista, ai suoi tempi, sarebbe sembrato un film per monache di clausura ritardate.
Invece... Invece un film più noioso e privo di patos non potevano farlo. In questo film non trovo alcuna parte che possa considerarsi horror.
Ci sta un giornalista/scrittore che decide di scrivere la storia di un massacro nella casa in cui è avvenuto. Qui trova dei filmini in super 8 in cui erano stati ripresi gli omicidi. Il poveretto scopre che l'assassino è un essere demoniaco che, nel film, si vede meno di Mina in tv. E visto che il film si incentra su sto mostro, direi che la scelta di farlo vedere così poco, non è stata del tutto geniale.
Trama attaccata a un filo. Attori bravi ma che non riescono a risollevare un film monco già dall'inizio.
Un film horror che di horror ha ben poco. Ma va beh, per chi non ha un cazzo da fare e vuole disintegrarsi le palle, questo è il film giusto da guardare.

L'esorcista versione integrale

Ieri ho visto per la prima volta l'esorcista versione integrale.
Anni a dietro vidi la versione censurata, non mi fece alcun effetto rilevante, a parte noia per quasi due ore.
La versione integrale si discosta poco da quella censurata.
Ho trovato il film, nel complesso, ben fatto, ma non particolarmente pauroso, anzi sembrava di vedere un film drammatico con aggiunta di qualche effetto schifoso. Più che un horror sembrava un drama-splatter.
La parte forte era più blasfema che horror. La scena in cui la ragazzina posseduta si faceva un ditalino con il crocifisso era al quanto comica.
I medici che consigliano alla madre di far fare un esorcismo ha tanto senso quanto una chiromante truffatrice che consiglia a un suo cliente di andare da un medico a farsi curare un tumore inesistente.
L'inizio ha tempi troppo dilatati e fa perdere interesse nel film. Alcuni personaggi non vengono ben caratterizzati e molti sono di un'inutilità sconcertante, uno fra tutti il poliziotto che ha la fissa coi film. Più che uno che indaga sembra uno che cerca compagnia "divina". La lite tra un ospite e il maggiordomo non la ho capita. Non ho capito cosa centri con il resto della storia. Il finale è da favola in stile Disney.
Insomma, fa più paura Heidi sotto effetto di morfina che l'esorcista. 

domenica 6 dicembre 2015

Trova le differenze

Non tutti sanno che non esistono differenze sostanziali tra gli antipodi.
Perchè l'uno è lo specchio dell'altro indissolubilmente.

Gli uomini e le donne sono diversi solo a livello fisico, a livello sociale sono entrambi stronzi allo stesso modo.

La differenza tra morte è vita è solo il cammino che si fa per arrivare alla seconda.

Tra essere gentile è fesso, la differenza sta spesso negli occhi del disonesto.

Il mattino e la notte sono due facce della stessa medaglia.

La solitudine e la compagnia non per forza non possono convivere.


La morte nel cuore

I motivi per alzarsi la mattina sono spesso pochi. Quelli positivi ancora di meno.
Nessuno è mai davvero solo. Ma di certo è solo con se stesso.
Non è la ricerca della verità ciò che conta, ma il viaggio per arrivarci a contare.
Gli anni fanno crescere non solo fisicamente ma anche mentalmente. Peccato che alcuni soffrano di nanismo spirituale oltre che mentale.
Siamo unici, fallibili. Ma molti ne fanno uno status simbol.
Quando vedi negli occhi degli altri solo acredine, forse è giunto il momento di chiudere gli occhi, girare i tacchi e cambiare compagnie.
Non contano le dimensioni, ma come lo si usa. Si, espressione usata sia dai mini dotati che da chi non riesce a fare due più due.
Le ciambelle che non escono con il buco sono semplicemente crafen.
Il lavoro nobilita l'uomo. Quando c'è l'ha.
L'estate ormai è finita e l'inverno è alle porte. Per evitare allagamenti e freddo artico è utile chiudere le porte e non solo quelle.
La donna facile è una puttana, l'uomo facile uno stallone. Mai il contrario. Donna facile giumenta e uomo facile puttana...al massimo puttaniere.
Avere un cervello e non usarlo è come avere una ferrari e usarla a New York.
La terra sta morendo, ma questo, stranamente, non impedisce agli avvoltoi di divorarlo ancora vivo manco fosse una carogna in putrefazione.
Anche i montoni sono gay e bisex. Ma, stranamente, questo non viene detto quando si parla di natura.
La bibbia è un'allegoria solo quando ciò che dice è eccessivamente strano. Come dire, la bibbia è come un qualsiasi libro sulle donne in cui si spiega l'essere delle stesse, non serve a nulla.
Chissà perchè, figa e varie declinazioni sono sempre positive, mentre cazzo e varianti, hanno sempre un'accezione negativa.