venerdì 23 ottobre 2015

Biancaneve e le sette canne

C'era una volta una prostituta tossicomane di nome Biancaneve. Viveva con sette trans prostitute nane ninfomani: dammelo, prendilo, zoccolo, cortolo, spennolo, ninnolo e richionolo.
Vivevano in una catapecchia alla periferia di un bosco, ricco di una moltitudine di esseri mitologici, metà umani e metà puttanieri(cosa abbiano di mitologico non si sa), sempre in cerca di sesso droga e sballo estremo. La nostra Biancaneve adorava scopare con neri alti, palestrati, con cazzi enormi. Purtroppo viveva in una zona malfamata e il massimo che poteva avere erano nani brutti e sproporzionati.
Un giorno arrivò la trans delle trans pronta a farle un culo tanto. Era gelosa della sua beltà, in pratica un incrocio tra una donna e un mastino napoletano dopo un  incidente con l'acido, e questo la dice lunga sulla lucidità di questa donna.
Prima ci provò con una mela avvelenata, purtroppo fallì miseramente quando sulla sua strada incontrò l'uomo del monte che le disse...no.
Ci provò, giorni dopo, con una mail piena di trojan. Ma anche qui, purtroppo, non riuscì ad  andare oltre al potente antivirale di Biancaneve....

domenica 18 ottobre 2015

Siamo un popolo credulone. Perchè?

Come spesso accade, l'innovazione e il progresso scientifico e tecnologico non va al passo con quello culturale, anzi, sembra proprio che siano inversamente proporzionali l'uno all'altro creando un nuovo tipo di ignoranza, quella funzionale.
Un esempio eclatante è la riduzione, sotto la soglia di pericolo, delle vaccinazioni nei bambini, rendendo vita facile a malattie come la pertosse, il morbillo e la varicella. Malattie che, se contrastate con il vaccino, erano già state debellate(o quanto meno tenute sotto controllo).
La tecnologia ha reso molte persone funzionalmente ignoranti, poco informate e eccessivamente pigre nella ricerca della verità(che spesso non è una sola, ma tante e tutte probabili).
Negli anni si è diffusa l'idea che per ogni cosa ci sia solo una verità e spesso questa verità coincide col proprio pensiero. 
La ricerca della verità, ormai, si è trasformata nella sublimazione della propria verità denigrando tutte quelle opinioni, studi ed esperti che vanno contro questa fantomatica verità.
Il caso delle riduzione delle vaccinazioni è solo la punta dell'iceberg. L'ignoranza funzionale coinvolge ogni campo, da quello medico a quello politico, da quello tecnologico a quello scientifico. E' più facile accettare un complotto di cui non vi sono prove che la realtà.
Con questo non voglio dire che tutto ciò che luccica sia oro, ma nemmeno che sia tutta paccottiglia. Ogni caso andrebbe analizzato e elaborato in modo imparziale indipendentemente da ciò che è il proprio credo.
Siamo arrivati al punto tale che, per certe persone, esista una teoria di genere dannosa per i propri figli solo perchè, alcuni esponenti politico-religiosi, la reputano tale. In realtà lo studio che usano come arma contro il gender, dice tutt'altra cosa rispetto alla loro interpretazione. Semplicemente dice che, i bambini non devono essere indottrinati limitando loro la libertà di scelta del proprio essere. Ovviamente questo significa semplicemente che uomo e donna non per forza devono essere considerati come persone che lavorano fuori casa e portano denaro a casa(uomini) e casalinghe(le donne). 
Con questo studio si voleva dare un taglio all'idea maschilista per la quale ogni donna doveva stare a casa a badare a figli e focolare domestico e uomo che porta a casa i soldi. 

L'ignorante funzionale ha anche il difetto di credere che il proprio pensiero sia giusto e inconfutabile anche quando gli si fa notare che ciò che dice è0 oggettivamente errato. 
Si pensi ai vari partiti populisti(il crogiolo per un ignorante funzionale) dove viene messo in croce il nemico predestinato, con insulti, prese di posizione estremiste e il lavaggio di cervello di chi segue questi guru del millennio.
Solo loro sanno cosa sia bene per il paese(nonostante siano stati al potere anni addietro e non abbiano fatto praticamente nulla per ovviare ai problemi che hanno portato il paese al punto in cui si trova) e chi dice che le loro sono solo chiacchiere basate sul nulla(perchè a sostegno non portano prove ma solo tesi basate sul sentito dire)vengono automaticamente esclusi dalla discussione e insultati pesantemente.
Far notar loro che alcune delle cose in cui credono sono nate da bufale infondate è, per loro, la prova provata che i loro ragionamenti filano e che, loro, sono nel giusto e gli altri sbagliano inesorabilmente.

Il dialogo a senso unico è diventata la loro bandiera. Ciò che fa o dice il proprio guru è legge pari ai dieci comandamenti dati da Dio a Mosè. Frasi e slogan incisi nella pietra a cui non ci si può ribellare e da rispettare ad oltranza.

La #Chiesa cattolica(insieme alle altre chiese)sono state per secoli l'apoteosi dell' ignoranza funzionale e nutritori di queste persone, ma vista la limitata espansione(se non grazie a governanti ultra religiosi) del loro pensiero, l'ignoranza funzionale era ridotta e circoscritta.
Poi arriva la tecnologia(prima fra tutte quella televisiva)che raggiunge un numero maggiore di persone da indotrinare col pensiero unico. 
Ma è davvero così facile manipolare orde di persone fino a trasformarle in esaltati privi di scrupoli?
A quanto pare si.
Tempo fa, contro le vittime di Vanna Marchi, Vittorio Sgarbi, insorse accusandoli di essersela cercata. Visti i tanti #grillini, #leghisti, #anti-gender che ogni giorno aprono bocca esponendo ovvietà e verità assolute(senza portare a sostegno prove inconfutabili, ma semplici link a siti di disinformazione e di dubbia autorevolezza) sembrerebbe che gli ignoranti funzionali siano in costante aumento. 
Ognuno è libero di avere la propria opinione, e questo è un diritto sacrosanto, ma la libertà del singolo non può mai andare oltre a quella di gruppi di persone o singoli a loro volta. #Libertà di espressione non è la libertà di insultare il prossimo. Quella, oltre ad essere maleducazione, è una palese violazione della libertà altrui.
Certi discorsi e certe opinioni, spesso valicando il buon senso, vengono espresse per limitare le libertà altrui. Ma per l'ignorante funzionale medio non è importante, finchè altri fanno la stessa cosa a lui. Insomma, insultare il prossimo va bene finchè non si è sotto il fuoco diretto.

Certe volte mi chiedo se aver dato la possibilità di utilizzare canali telematici(#tv e #internet)a chiunque sia stata una buona idea.
Visti i risultati sembra proprio di no.
Ma questa è una mia opinione. 


#legaNord, #movimento5stelle, #ignorante funzionale, #chiesacattolica

sabato 10 ottobre 2015

2042:L'nizio della fine

Questa storia ha il suo epilogo nell'anno 2042.
Ogni forma di vita ha subito metamorfosi fisiche e psicologiche impressionanti. Cani, gatti, criceti, capre, pecore, scimmie, hanno subito una veloce evoluzione tanto da superare anche quella umana che, al contrario, ha subito una botta di arresto tra la fine del 2016 e gli inizi del 2017, a causa di un eccesso di dipendenza dalla tecnologia che ha portato gli esseri umani ad essere succubi di quest'ultima.
Ormai non esistono più governi statali ma un unico e gigantesco governo mondiale che sta cercando arginare l'egemonia delle specie più evolute con mezzi ormai obsoleti e privi di efficacia.
La razza dominante è quella dei Rettiliani, una specie evoluitasi grazie a degli errori di calcolo di alcuni scienziati umani che volevano trovare la cura all'involuzione umana, per impedirne la scomparsa. 
Questo errore costò la vita a circa 2/3 della popolazione mondiale, ridottasi drasticamente a circa cinquecento milioni di unità.
Non potendo usare cavie umane perché scarseggianti, si optò per la clonazione in vitro e l'impianto degli ovuli in rettili(quali draghi di Komodo e alligatori) modificando i loro sistemi riproduttivi, ciò per rendere possibile la gravidanza umana in specie a sangue freddo.
Purtroppo fu una scelta devastante, che inflisse alla razza umana una batosta memorabile.
Questi esperimenti occultati dai governi del tempo(2033) portarono, nel 2042, appunto ad una apocalisse in cui gli umani furono più che dimezzati e, in parte, ridotti in schiavitù.
Ormai il governo mondiale perse il potere e cadde per mano dei Rettiliani rivelatisi più forti, coordinati e intelligenti.
Anche tra le nuove specie ci furono dissidi interni. Molti rettiliani volevano l'addomesticazione e il dominio sugli ultimi umani rimasti, mentre altri, volevano la loro distruzione a causa della loro scelleratezza ed inutilità.
Ci furono molti governi che ne approfittarono per sfruttare la manipolazione genetica dei rettili per scopi bellici. Ma non tennero conto delle conseguenze e vennero distrutti dalle loro stesse creature.
Del mondo pre apocalisse, non rimase nulla. Le città vennero smantellate per dar posto a deserti e stagni infiniti dove i rettiliani stabilirono la propria dimora quando le giornate diventavano molto afose.
Tra le cause dell'abuso delle scie chimiche, ci fu quello di trasformare il clima terrestre, stravolgendolo e rendendolo unico dai poli all'equatore.
Gli animali che non riuscirono ad evolversi, furono usati come carne da macello per i nuovi tiranni, solo gli avanzi erano disponibili per gli uomini rimasti.
L'acqua potabile cominciò a scarseggiare intorno al 2028, ma, a causa dello stravolgimento del clima, queste scorte di oro blu, si quintuplicarono negli anni successivi, rendendo la vita sulla terra più facile per gli animali e meno per gli esseri umani. Questi cambiamenti, purtroppo, hanno portato all'aumento della popolazione delle specie erbivore e, di conseguenza, quelle carnivore quali erano i rettiliani.
Nella decima guerra mondiale(2035-2040) tra le due fazioni mutanti, l'equilibro terrestre ebbe un ulteriore stravolgimento. L'utilizzo massiccio di scie chimiche, ha portato il pianeta a un collasso devastante. Alcuni agenti presenti nelle scie chimiche, purtroppo, reagirono con il nucleo terrestre(penetrati prima nel suolo e poi nel nucleo) rendendo instabile la struttura geologica del pianeta. Questo portò alla formazione di un numero pari a 30 volte quello di vulcani esistenti all'epoca. Ovviamente tutti attivi e pericolosi.
A causa di questa attività vulcanica seguita da altrettanta attività sismica, la crosta terreste, cominciò a spaccarsi, producendo voragini che arrivavano fino al nucleo. Nell'arco di pochi anni(dal 2040 al 2042) la terra collassò su se stessa, le montagne vennero ingoiate nelle voragini, i mari evaporarono insieme agli laghi, stagni e fiumi.
Non esisteva più vita sulla terra e la razza dominante non ritenendo necessario cercare vita fuori dal proprio pianeta, scomparvero con essa.
Almeno così sembrava. Almeno così ci hanno fatto credere fino al 2142, quando si scoprì che alcuni rettiliani e alcuni umani, in segreto, misero in atto un piano per evadere dal pianeta Terra prima che questi si autodistruggesse.
Fu la decima guerra mondiale a dar loro i mezzi per portare avanti i loro progetto. In guerra si sa, è difficile rendicontare ogni cosa.
Questa squadra, apparentemente, priva di coesione, riuscì a partire per lo spazio e raggiungere il satellite di Giove, Europa, molto simile, per atmosfera, a quello della Terra.
E riuscirono finalmente a salvarsi.

________________________________________________________________________________










E questo è solo il prologo della storia.

mercoledì 7 ottobre 2015

Preti: tra omosessualità e pedofilia

In questi giorni è uscita un'intervista di  don Gino Flaim in cui dichiarava che capiva i preti pedofili e che i
bambini sarebbero i loro carnefici(non con queste parole, ma il senso è questo). Ovviamente è stato semplicemente sospeso, mica cacciato. Se avesse detto di giustificare la pedofilia e di avere una storia con un bambino, lo avrebbero cacciato(?) Chissà. Probabilmente lo avrebbero giustificato. Mica ha avuto una storia con un lurido frocio?!
Il bello è che dichiarazioni del genere, non sono nuove da parte di esponenti della Chiesa Cattolica. 
Ciò che stranisce non è tanto la giustificazione della pedofilia in se, ma la criminalizzazione dei bambini.

Ora immagino un bambino di 7-8 anni, che vive in una famiglia (tradizionale) dove viene maltrattato e privato di quel affetto di cui ha bisogno, che va da un prete a chiedere aiuto e protezione.
Questo bambino maledetto che dopo aver approfittato della carità cristiana del prete, comincia a fare avance al povero prete indifeso e lui, con umiltà e senso del dovere, cerca di allontanarlo. Questo figlio di satana, però, non si arrende e comincia a importunarlo sul posto di lavoro con fiori e bigliettini di amore. Il prete resiste perchè sa che non è giusto approfittarsi di un bambino(nonostante sia infoiato come una ninfomane in cerca di dar sfogo alle più piccanti fantasie sessuali).

Ormai, dopo giorni di torture psicologiche e innumerevoli approcci sessuali che neanche in un porno di Cicciolina si sono mai visti, cede e gli dona ciò che vuole. Si sacrifica per placare le voglie del bambino ultra gender(perchè è colpa del gender se i bambini diventano degli affamati di sesso), pentendosi in seguito. 


Cioè, non vuole placare la sua insana voglia di sesso pedofilo, vuole aiutare un bambino che non riesce a mettere a freno le proprie pulsioni sessuali. 
Come dire, è il bambino il carnefice mica lui?! Lui cede solo perchè non resiste alle continue avance del mocciosetto che sotto quell'aria da inocentino nasconde un'indole da maniaco sessuale in miniatura.

Ora mi chiedo una cosa: ok, un bambino cerca affetto perchè da chi glielo dovrebbe dare non lo riceve, lo cerca in una figura protettiva come dovrebbe essere quella di un prete, quando questa richiesta di affetto si trasforma in ricerca di sesso?
Davvero, non riesco a capire il nesso tra ricerca di affetto ingenuo e ricerca di sesso malato. I gay sono da condannare e bruciare sul rogo, mentre i preti pedofili? Sono da accettare e(soprattutto) comprendere?
Nessuno deve essere condannato a morte, linciato o arso al rogo, ma deve subire una giusta condanna a 360 gradi, perchè giustificare un atto che viola un bambino è deprecabile e lo è ancora di più criminalizzare la vittima. In questo modo chi subisce ogni genere di violenza(fisica e psicologica) si considererà lui il carnefice e non denuncerà il vero mostro. 
Già è difficile denunciare quando sei circondato da un sistema protettivo e che aiuta le vittime, figuriamoci se questo sistema viene corrotto da personaggi di spicco che denigrano la vittima rilegandola a provocatore. 
Come ho sempre detto, una donna che esce in minigonna, truccata come una battona, sa che una pacca sul culo la riceverà, ma questo non significa che la donna voglia essere violentata. 
Per i bambini è anche peggio, perchè loro non hanno una sessualità pronunciata, non vestono in modo provocante, non ammiccano al primo che passa, non hanno atteggiamenti provocatori. Nonostante questo, i pedofili, dicono che sono loro a provocarli. 
Però i malati sono i gay, i trans, le donne che si vestono da squillo, mica loro, mica i pedofili che vedono un bambino e si sentono provocati dal suo essere infantile(perchè a quell'età non può esserci altro). Purtroppo la colpa è sempre della vittima se viene violentata, non certo del violentatore, che, dal canto suo, dichiara sempre che è stato provocato, perchè un essere umano non è in grado di tenere a bada le proprie pulsioni. Oltre ad essere un bastardo, dichiarando ciò, dimostra di essere anche un vigliacco senza palle e non in grado di controllarsi.