domenica 25 gennaio 2015

Lo sapevi che...se vuoi maggiori info clicca qui

Mio cugino che lavora come consulente del lavoro(sta sempre a casa da solo attaccato ad internet, ogni tanto consulterà gli annunci economici di lavoro su qualche sito complottista) per una grandissima azienda(oltre i due dipendenti sono tutte gigantesche aziende, perchè se non esageri nessuno ti caga)ha scoperto che i governi di tutto il mondo non vogliono che noi sappiamo la verità su(argomento a piacere, non voglio entrare in uno specifico)...e i giornali non dicono nulla in merito(certo perchè i giornali devono parlare di ogni cosa che dice chiunque senza prove e senza fonti...certo perchè secondo loro l'amico dell'amico del portiere del cugino è una fonte affidabile) perchè collusi coi poteri forti e se non condividete la notizia verrà censurata(giusto, tu hai avuto il tempo materiale di condividerla, quindi chi vorrebbe insabbiare questa notizia è così coglione da permettere a un coglione qualunque di condividerla, credici). Adesso ci credi(dopo aver mostrato prove palesemente taroccate a cui non crederebbe nemmeno il più idiota degli idioti)? Visto? Ora anche i giornali ne parlano(come, avevi detto neanche 5 minuti fa che i giornali non ne avrebbero parlato perchè corrotti e assoggettati al potere?), grazie alle nostre condivisioni(grazie a cosa?Ma non avevi detto che se non veniva condiviso sarebbe stato censurato? Quindi fammi capire, se non viene condivisa una pseudo notizia questa viene censurata e, al contrario, se viene condivisa questa non potrà mai essere censurata? Che logica disarmante. Chi vuol censurare o insabbiare qualcosa, lo fa senza che nessuno riesca ad impedirlo)ora lo sa tutto il mondo(sei sicuro che ciò che hai condiviso sia realmente attendibile? Sai che condividere notizie false è la prassi per chi vuole insabbiare qualcosa? Chi ci dice che la notizia da te condivisa non sia frutto di un vero insabbiamento a cui tu hai dato manforte a tua insaputa?).
Noi siamo gli unici che vogliono mettere la verità a disposizione di tutti(come? Mettendo in giro false notizie palesemente truccate e che a cui non crederebbe nemmeno il più ingenuo dei cretini, infangando la reputazione di tante persone sulla base di dicerie mai provate? Ah si, hai ragione è così che si rende libera ogni opinione)e ora siamo in tanti a difendere la libertà di espressione(quale? Mezze verità le cui versioni cambiano da utente ad utente? Da social network a social network? Dove ognuno modifica una parte facendo cambiare di significato la notizia o addirittura ampliandolo dando alla notizia una gravità inimmaginabile?), nessuno ci potrà fermare(se continuate così nessuno riuscirà a credervi neanche vedendovi sanguinare con un pugnale in mezzo al petto). 
Siamo noi gli onesti(onesti mi sembra una parola grossa e fuori luogo, visto che voi condividete notizie di cui non conoscete le fonti, di cui non si ha alcun riscontro e che, stranamente, danneggia una certa parte sociale a voi avversa)e possiamo permetterci di insultare(essere onesti non da alcun diritto implicito. Quello è essere semplicemente cafoni che con l'onestà non ha nulla a che fare).
Siamo stanchi di chi ci sfrutta e ci prende in giro(ok, ti do una notiziona, far condividere notizie senza fonti certe, che non è possible provare la veridicità è sfruttamento dell' ignoranza. Se condividi senza conoscere ciò che condividi sei un pirla che viene preso per il culo e allo steso tempo sfruttato), solo noi conosciamo la verità su tutto e tutti(sei un coglione, analfabeta, ottuso che non conosce la differenza tra condanna e condono, non sai come funzionano i referendum e mi vieni a dire che conosci tutto e tutti?). 
Non è vero che siamo populisti( nooo. Chi dice ciò che tutti vogliono sentirsi dire, cavalcare l'onda del malcontento e trovare sempre un capro espiatorio da seppellire sotto quintali di letame, cos'è se non un populista?)noi diciamo ciò che la gente vuole sapere(peccato che questo è populismo se dici ciò che la gente vuol sentirsi dire).
Chi sta in parlamento ora ci rappresenta davvero(scusa, ma quando non c'erano questi partiti populisti, do cazzo eravate? Chi votavate? Chi elogiavate ad ogni sospiro di vento? Ma soprattutto, perchè dovete aspettare il populista di turno per fare qualcosa?)non quei pagliacci che stanno al governo(quei pagliacci che fino a poco tempo fa, votavate senza tanti problemi).
Ora faremo la rivoluzione(si, siete 30 anni con sta rivoluzione in bocca).

#BeppeGrillo, #Populista, #LegaNord, #complotto, #rivoluzione


sabato 17 gennaio 2015

Quattro pirla e due coglioni

Ognuno può avere un'opinione positiva o negativa su una persona, ma quando questa prende per il culo milioni di persone, allora possiamo dire che è irrilevante e che,il coglione, non è colui che prende per il culo ma coloro che si fanno prendere per il culo. E quando negano l'evidenza nell'essere coglioni, dimostrano solo di esserlo ennesima potenza.
I pifferai magici sono tanti, ma se ne conosci uno, li conosci tutti. Forse ci meritiamo certi politici e il resto di pagliacci che gestisce la nostra vita.
#grillo, #berlusconi, #Renzi, #Papa, #quattropirla, #maroni, #omofobia

venerdì 16 gennaio 2015

Papa Francesco:"se insulti mia madre ti corco di pugni"

Ho aspettato prima di esprimere un'opinione sul nuovo papa. Ma dopo questa uscita ho capito che non è tanto diverso dagli altri. Ha un fascino latino e una parlantina genuina che incanta e incarna quella religiosità vicina alla figura di Dio e di Cristo. Ma questa affermazione come può accozzare con il detto:"...porgi l'altra guancia..."? Mah, in pratica condanna chi insulta e offende le religioni e la fede di chi le segue. Ma vogliamo parlare delle continue offese e vessazioni da parte di vari esponenti religiosi a persone non rientrano nei loro canoni? Puoi essere cattolico praticante, ma se sei gay, trans, divorziato(almeno fino a poco tempo fa), femminista o ateo, allora puoi essere picchiato(un vescovo dichiarò che due ragazzi gay che si baciavano in pubblico, il pestaggio, se lo erano cercato, alla faccia della carità cristiana), deriso, violentato e ucciso senza alcuna pietà. Non è vittimismo ma è la sacrosanta verità. Lo dimostra un papa(e stranamente nessuno ha osato obbiettare in merito)che inneggia alla legge del taglione, "tu prendi per il culo la mia religione, allora aspettati almeno un cazzotto in faccia." 
In barba al dialogo come prima forma di lotta. 

Greta e Vanessa libere

Sono state liberate Greta e Vanessa prese in ostaggio in Siria. Sembrerebbe che lo Stato italiano abbia sborsato 12.000.000 di euro di riscatto.
Due lire, una fesseria. Chi non ha 12 milioni di euro oggi giorno. Un po' tutti. Dall'idraulico al mendicante sotto il ponte di Baracca. Sono solo spiccioli. 

Ora verrà avviata un nuovo tipo di attività: Il terrorismo e il rapimento 2 in 1" venite qui, vi rapiamo, vi trattiamo un pochino male e poi, dietro pagamento di un riscatto(poca cosa dai 3 ai 100 milioni di euro), vi lasciamo andare."

Non esistono più i terroristi di una volta, le armi e tutto il necessario per terrorizzare, lo rubavano e basta. Ora rapiscono persone, fanno trattative e prendono un sacco di milioni di euro/dollari senza fare praticamente un cazzo. Un lavoro che molti sognano. Più redditizio di quello delle escort.

 Ma sia mai che non ci sia qualcuno che obbietta:"...con quei 12 milioni di euro avrebbero potuto aumentare le pensioni minime...""...ah ma quelle due oche se la sono cercata, perchè dobbiamo pagare noi?..." oppure "..con la metà si sarebbero potute aiutare le sentinelle sempre in piedi che sono contro qualunque discriminazione, tranne verso gay, abortisti, femministe e tutte quelle lobby(detta loro)che minano la solidità della famiglia(oddio, se non fosse vero mi piscerei addosso dalle risate) importunate da queste stesse lobby..." Mica hanno ragione?!!!Certo come no.

Ma va be, il mondo è bello perchè è vario, ma qui stiamo rasentando il ridicolo. Comunque ciò che è biasimevole è il fatto che, ironia a parte, queste ragazze dovevano morire per aver voluto(forse ingenuamente) aiutare il prossimo. Mi chiedo se fossero state uccise cosa avrebbero detto queste persone. 

La libertà di espressione ha, come tutte le libertà, una doppia lama e questa è una delle facce più becere. 

mercoledì 14 gennaio 2015

Addio Presidente

Oggi le dimissioni di Giorgio Napolitano. E' stato un ottimo presidente della Repubblica? Ha fatto tutto il possibile per rendere l'Italia un paese migliore? Purtroppo la risposta è relativa. C'è chi ha visto in quest'uomo una figura importate da onorare e rispettare e c'è chi ha visto in lui un essere losco e massone di cui non fidarsi affatto. In realtà, questo presidente, è stato ligio ai regolamenti(che se ne dica)parlamentari. E' stato il presidente di molti ma non di tutti. Alcuni personaggi(soprattutto dell'opposizione) hanno gridato allo scandalo quando Napolitano ha dato le proprie dimissioni, gli stessi che negli anni precedenti chiedevano a Napolitano di dimettersi(ovviamente la coerenza non può andare a braccetto col qualunquismo). Alcuni giornali(in testa il Fatto e Il giornale)già pensano a quanto Napolitano prenderà tra pensione ed emolumenti. Fare i conti in tasca a un dimissionario ancor prima che si sia dimesso definitivamente è davvero da vecchie pettegole invidiose. Il fatto che non abbiano avuto altro da dire dimostra che forse non è stato un Presidente pessimo, in caso contrario avrebbero parlato di altro, lo avrebbero distrutto. Ma vai a capire cosa spinge certa gente a sparlare. La mia non è una posizione di favore, anzi, capisco le difficoltà del Capo dello Stato, ma alcune leggi avrebbe potuto benissimo non firmarle la prima volta motivando il suo dissenso rimandarle alla camera con le sue valutazioni. Sembra che negli ultimi anni, pur di evitare polemiche, lungaggini burocratiche inutili, abbia voluto firmare di tutto. Non sarà stato il miglior presidente di tutti i tempi, ma di sicuro non è stato il peggiore. Non tutti gli ex presidenti della Repubblica hanno avuto vita facile. Alcuni furono eletti con percentuali poco superiori al 50%, altri, come Pertini(tanto caro ai populisti)
riuscì ad essere eletto con oltre l'83% di voti nel 1978, un plebiscito insomma. Mentre altri si dovettero sudare la vittoria come Giovanni Leone che nel 1971 dovette affrontare 23 scrutini che durarono 25 giorni e ottenne circa il 52% dei voti. Pochi.
Quale sia il peggior presidente della Repubblica è difficile stabilirlo, tra inciuci, mezze verità, ombre e prese di posizione alquanto stravaganti, stabilirlo non è facile. Ogni presidente ha avuto luci e ombre(essendo comunque uomini fallibili). Uno dei peggiori pare fosse stato Scalfaro, a causa di sue decisioni non proprio ortodosse(lo scioglimento del governo Berlusconi e la legge sulla parcondicio,che altro non è che un ridimensionamento della libertà di parola in periodi di elezioni).
Ora ci saranno le consultazioni per il nuovo Presidente della Repubblica. Mi chiedo chi la spunterà, pensando alle ultime elezioni diventa impossibile saperlo.
Chiunque sarà vincerà al primo scrutinio o dovremo aspettare 23(e oltre)scrutini come avvenne con il presidente Leone? Sarà realmente il presidente di tutti(cosa utopica, solo in una dittatura potrebbe succedere)?
Vedremo. Restiamo a guardare. Ormai è l'unica cosa che possiamo fare.