giovedì 3 luglio 2014

Dibba VS Monti


Oggi sul blog imparziale e gentista Tze Tze è apparsa una foto in cui il nostro eroe Dibba indica l'abominevole uomo delle fedi. Il pluripremiato premier per un giorno disgraziato Mario Monti, etichettandolo, gentistamente, come ladro e assenteista. Ovviamente le assenze del Dibba, non contano. Le sue assenze sono giustificatissime perchè hanno valore genista, non castista come quelle di Monti. Vogliamo scherzare? Ma questo è niente in confronto alle tantissime proposte di legge fatte dal grande Dibba. Ne ha fatte? Quante?Boh. Non importa quante siano, ciò che conta è il loro contenuto. Mmmm, l'ultima proposta ha la volontà di rendere non obbligatorio l'obbligo di far mangiare carne nelle scuole, variare il menù delle stesse mense(ma non lo fanno già?) e rendere meno carnivori i bambini e meno condizionatili dalle scie chimiche. 
Lui si che sa cosa è meglio per il nostro paese, non certo il professorone delle banche. Senza parlare dei tanti scempi fatti dalla casta e dal super castone Mario Monti. Non Possiamo giocare con i sentimenti dei tanti paladini della giustizia, stile Saint Seiya, che vogliono solo il nostro bene. Almeno loro non devono seguire una donzella inutile che si fa prendere a calci in culo ad ogni stagione. Non è possibile. Ci vuole un uomo duro e puro come il Grande Beppe che dia ai suoi cavalieri un vero senso di maschio legnoso. Non come Saori che ha scelto un ghei come cavaliere di Andromeda. Un vero macho tipo il grande Dibba o Di Maio(domanda un po' ot, ma sono stati scelti in ordine alfabetico o per merito?Mia ingenua curiosità. Ovviamente per merito), loro si che sono dei condottieri. Dopo i centinaia di salvataggi al telefono del grande Dibba e le tante bufale scoperte dal mitico Di Maio(peccato che molte siano state contro sbugiardate; ma è irrilevante come cosa), loro dovevano essere scelti da Atena per proteggerla, non quei cinque disgraziati privi di esperienza(non vuol dire nulla che nemmeno i pentastar non ne abbiano), loro sono stati scelti dal sacro blog, dall'alto dei cieli, sono la versione coatta dei Gold Saint. Vuoi mettere le cloud dorate con quelle di bronzo? Oddio, alla fine, I Saint scelti da Atena hanno fatto un culo tanto ai 12 cavalieri d'oro in 12 ore. Ed in più hanno sconfitto il Saint di Gemini, un avversario che valeva doppio e per di più, loro, erano in fin di vita. 

Tergiversare non è corretto nei confronti del grande Dibba. Il nostro eroe del giorno, che non ha mai commesso un errore in vita sua(a parte quello di credersi un Dio in terra, quello è concesso solo al grande Beppe).

Dibba e il suicidio sventato

Dopo una lunga ed interminabile fila agli sportelli della S.I.P., siamo riusciti a scoprire una delle tante conversazioni tra il grande Dibba e uno dei tanti che tentano il suicidio a causa della crisi. Uno di questi è un personaggio che mai immaginereste. Un pelato con gli occhiali, ex capo ora a spasso per la città di Roma in cerca di lavoro e sull'orlo di una crisi depressiva. Per ovvi motivi di privacy, lo chiameremo E. L. 

Di fianco una foto ricostruita al computer in base ai dati estrapolati dalle varie conversazioni intercorse tra E.L. e Dibba. 
Il generoso Dibba(nonostante il cazzeggio in parlamento) ha trovato il tempo di rispondere alle lamentele del cittadino non pentastellato(perchè, per il grande Dibba, non importa la tua nazionalità, ciò che conta è che tu sia un caso disperato da cavalcare come uno tsunami). Lo ha consolato con le sue storie assurde sulla trans alpina incontrata in Russia, le canne che si fa prima di scrivere un post e del fatto che per lui uno vale uno(se non lo contraddici, in caso contrario, vali un cazzo). Lui è un grande è riuscito a salvare un altro innocente dalla depressione con le sue innumerevoli capacità psicotiche e al suo senso di embolia...ops...empatia e al grande fascismo...ops...fascino che sprizza da ogni poro. 

Sei tutti noi. Grande Dibba, salvaci da noi stessi e non lesinare aiuti come fanno Renzie e la casta.

Ennesimo attacco alla famiglia tradizionale

Ancora attacchi alla famiglia tradizionale da parte di associazioni gay. Vogliono distruggere il matrimonio con le loro pretese, i nostri predicatori e la nostra chiesa hanno ragione da vendere nel definire i gay contro natura. Che il matrimonio sia in crisi per altri motivi(disoccupazione, lavoro instabile, tradimenti, violenze et.)è irrilevante. Sono tutte invenzioni delle lobby gay che vogliono mettere a tacere la voce della giustizia e della tolleranza(perchè i cattolici tollerano tutti a prescindere, ma tollerano meno quelli che minano le loro credenze, ma questo è un dettaglio marginale) morale. Cosa pretendono i gay? che gli si dia un bambino in adozione? Che gli si dia la possibilità di sposarsi senza che questo mini in alcun modo, l'istituto del matrimonio? Ma scherziamo? Anche se, di fatto, non cambia nulla il matrimonio tra persone dello stesso sesso non è accettabile, ancor meno se questo porterebbe stabilità allo stesso(come se i matrimoni etero durassero tutta la vita).

Ma poi che schifo vedere due uomini o due donne che si baciano per strada. Ma dobbiamo sorbirci queste schifezze e farle subire ai nostri figli? Soprattutto a scuola e in tv? Vogliamo che i nostri figli vengano assoggettati alla teoria del gender? No. Non vogliamo. Il bullismo a scuola va combattuto in modo soft, denigrando in famiglia i gay e farli pestare a scuola, perchè, tanto, essere gay è una deviazione mica un'inclinazione naturale. Dobbiamo insegnare ai nostri figli l'intolleranza verso il diverso specie se questo mina, in qualche modo, la solidità morale dei cattolici. Che poi, gli stessi cattolici, stuprano, violentano, pestano, denigrano il prossimo è un dettaglio trascurabile. Che il matrimonio stia andando letteralmente a puttane(a prescindere dal fatto che sia possibile o meno celebrare quello omo)è solo il punto di vista delle lobby gay, mica è un dato di fatto??!! Questo è l'indottrinamento della teoria del gender. Non sono i cattolici che sparano cazzate, siete voi gender che interpretate male ciò che gli alti esponenti del clero dicono. Senza contare le trasmissioni su uccisioni, violenze e stragi in famiglie etero e sposate mandate in onda in tv a qualsiasi ora, anche nella cosidetta fascia protetta. Ma questo conta poco. L'importate che il diverso venga preso a bastonate sia verbalmente che 
fisicamente.

Le sentinelle hanno ragione a manifestare questo orrore. Vogliamo davvero che un bambino viva in una famiglia omogenitoriale felice e contento che lo ami alla follia, che darebbe la vita per il pargolo? Davvero vogliamo togliere questi bambini dagli orfanotrofi, che, comunque, di amore ne hanno poco da offrire per ovvi motivi? Ma siamo sicuri che il piccolo pargolo abbia bisogno di una famiglia che lo ami? No. Il pargolo ha bisogno di due genitori(padre e madre)sposati e che possano procreare. Se sei sterile rischi che la tua non sia considerabile come famiglia tradizionale. 
Il fatto che stiano in piedi ed in ordine, denota una volontà di omologarsi alla maggioranza. Giusto. Anche Hitler, Mussolini, Putin etc., la pensano esattamente così. Che poi abbiano fatto stragi sono solo congetture. E' disinformazione. Che poi alcuni esponenti di destra si stiano aprendo al riconoscimento delle coppie di fatto, la dice lunga sulla coerenza cattolica. Ma siamo sicuri che stiano davvero aprendo? Non credete a tutto ciò che leggete o ascoltate, loro si stanno aprendo per poi insabbiare tutto. Sono dei geni. Vogliono distruggere la legge sulle coppie di fatto come hanno fatto, astutamente, con l'odiosa legge contro l'omofobia. Noi siamo più avanti(come Grillo e i suoi). Mica possiamo condannare chi offende, pesta, ammazza in nome di un' ideologia becera e priva di senso come quella omofobica. Gli omofobi sono da capire, perdonare e lasciar fare. 

Lo sappiamo tutti come andrà a finire.